Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

CONTINUANO I SEMINARI ALLA RICERCA DEL BENE COMUNE PROMOSSI DAL CIRCOLO DELLE FORMICHE        

       locandina_Fuori_i_soldi_2

Quarta edizione del ciclo di seminari “ALLA RICERCA DEL BENE COMUNE" - Percorso di formazione per la cittadinanza attiva”, organizzato dal Circolo delle Formiche in collaborazione con Il Grillaio di Altamura con il sostegno della Società COBAR, Banca Credito Cooperativo, ICOBE (Impresa costruzioni Berloco) nell’ambito del Progetto Comunicazione, informazione ed educazione allo sviluppo sostenibile selezionati dalla Regione Puglia (attraverso il CREA Centro Regionale di Educazione Ambientale) per l'anno 2011 - 2012.

INCONTRO

FUORI I SOLDI, RIDARE CREDITO IN TEMPI DI CRISI

martedì 15 maggio 2012 ore 18,30

Sala Curia Diocesana (Arco del Duomo) - Altamura (BA)

don Mimmo Francavilla, direttore della Caritas di Andria

Teresa Masciopinto, responsabile culturale area sud di Banca Etica

Vito Sette direttore Banca di Credito Cooperativo dell’Alta Murgia

Peppino Dambrosio, presidente Circolo delle Formiche

 coordina Michele Loporcaro (il Grillaio).

TUTTO SFUSO, il primo punto vendita del territorio senza imballaggi, organizza insieme al Circolo delle Formiche in collaborazione con il Grillaio un incontro per il ciclo di seminari “Alla ricerca del Bene Comune” per discutere di accesso al credito, finanza etica, microcredito in tempi di crisi.

Le famiglie e le imprese hanno sempre maggiori difficoltà ad accedere al credito. La carenza di liquidità ha incentivato il proliferare di situazioni spiacevoli come il ricorso ai vari “Compriamo Oro”, ma nascono anche reti di economie solidali che fanno microcredito in situazioni di povertà di nuova generazione andando incontro a chi non trova risposte al loro bisogno di credito.

Oggi più che mai è utile che le banche tornino a dare credito e che si sperimentino nuove forme di garanzie. E' necessario che le risorse siano dirottate verso le persone, verso il lavoro, verso la vita e non verso la speculazione finanziaria. In tutto questo ognuno di noi ha la propria piccola (ma non meno importante) quota di responsabilità.