Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Disoccupati ai massimi dal 2004

Per l’Istat a ottobre tasso all’8,6 per cento: +0,3% su settembre e +0,4% sul 2009

di Marika Gervasio Contratti

Crescono i disoccupati a ottobre con un tasso dell’8,6% (contro il 10,1% della zona euro), il livello più alto dal 2004, in aumento di 0,3 punti percentuali rispetto a settembre e di 0,4 punti rispetto a ottobre del 2009. La stima arriva dall’Istat secondo cui il tasso di disoccupazione giovanile è pari al 26,2% con una diminuzione di 0,4 punti percentuali rispetto al mese precedente e di un punto rispetto a ottobre 2009. Il numerodelle persone in cerca di occupazione cresce del 4,5%, a quota 2,2 milioni, rispetto a settembre e del 5,7% su ottobre 2009.

Mentre il numero di occupati (pari a 22,9 milioni) risulta sostanzialmente stabile su base mensile e diminuisce dello 0,1% su base annua. Il tasso di occupazione resta invariato al 57% a livello congiunturale mentre cala di 0,1 punti percentuali a livello tendenziale. Il numero di inattivi di età compresa tra 15 e 64 anni diminuisce dello 0,4% (a quota 14,9 milioni) rispetto a settembre, mentre registra un aumento di pari intensità rispetto a ottobre 2009. Il tasso di inattività, pari al 37,7%, è in calo su base mensile (-0,2 punti percentuali) einvariato su base annua.

 

L’occupazione maschile rimane stabile rispetto al mese precedente e diminuisce dello 0,6% tendenziale; mentre l’occupazione femminile diminuisce dello 0,1% rispetto a settembre, ma cresce dello 0,5% rispetto a ottobre 2009. Il tasso di occupazione maschile risulta pari al 67,8%, invariato rispetto al mese precedente, e in diminuzione di 0,4 punti percentuali negli ultimi dodici mesi. Il tasso di occupazione femminile, pari al 46,2%, risulta rispettivamente in calo di 0,1 punti percentuali e in aumento di 0,1 punti. La disoccupazione maschile risulta in aumento del 6,1% rispetto al mese precedente, e dell’8,9% rispetto allo stesso mese del 2009. Il numero di donne disoccupate aumenta rispettivamente del 2,7% e del 2,3%. Il tasso di disoccupazione maschile è pari al 7,7%, in crescita di 0,4 punti percentuali su base congiunturale e di 0,6 punti su base tendenziale. Il tasso di disoccupazione femminile è pari al 10%, in aumento di 0,2 punti percentuali sia rispetto al mese precedente sia su base annua [...].

Il Sole 24 Ore 1 dicembre 2010