Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

fiore_sindaco

Tommaso Fiore Il meridionalista dei contadini

di Sergio Tanzarella

Norberto Bobbio ha ben sintetizzato in un suo giudizio l'impegno  e la testimonianza di Fiore:

"Parli di poesia o di politica, di letteratura o di scuola, Fiore propone  o ripropone nei suoi discorsi sempre due temi fondamentali. Il primo è la nobiltà dell'uomo; di tutti gli uomini, per cui non dobbiamo mai stancarci di sondare in ognuno  dei nostri simili il fondo di umanità, e di farne  risaltare l'essenza profonda. Di qua la sua fiducia, mai venuta meno, nei giovani, la sua vocazione pedagogica [...]. Insieme con la nobiltà, il secondo tema è quello connesso alla sofferenza dell'uomo, che è alcune volte abiezione, tanto bassa da cancellare ogni vestigio di dignità, ma che deve essere compresa e più che compresa assunta come un peso da portare, come una responsabilità da assolvere, come un compito da assolvere, come un compito da seguire, perché in questo modo soltanto può essere redenta". [...].

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4

Bibliografia di Tommaso Fiore

 Le opere letterarie

eroe_svegliato_asceta_perfetto

 

 

 

 Eroe svegliato asceta perfetto, Gobetti, Torino 1924

Uccidi (Taccuino di una recluta), Gobetti, Torino 1924

un_popolo_di_formiche1

Un popolo di formiche (pref. di M. Rossi Doria), Laterza, Bari 1978.

casa_natale_fiore1

a cura di Giuseppe Dambrosio

Tommaso Fiore (Altamura 7 marzo 1884 – Bari 4 giugno 1973) fu una figura originalissima di intellettuale meridionale  che seppe unire la preparazione solida letteraria all’impegno sociale e politico a fianco  della povera gente del sud Italia, soprattutto della popolazione rurale. Fedele alle sue origini, “il figlio del muratore e della tessitrice deve portare  in ogni cosa, sin dall’infanzia, uno spirito critico di opposizione”.